Giardinaggio

Potatura dell'uva in autunno per i principianti in foto

I novizi spesso non sanno come tagliare correttamente l'uva, in quale periodo dell'anno è meglio fare. L'errore più comune dei principianti è considerato una potatura troppo attenta, ed inoltre è difficile per un giardiniere principiante determinare il momento giusto per le vaccinazioni.

L'uva è una pianta del sud, il clima della zona di mezzo è insolito e troppo duro, dipende molto dal tagliare i cespugli: come la pianta sopravvive all'inverno, quanto fruttuosa sarà la prossima stagione, se le bacche saranno gustose e grandi.

Questo articolo è dedicato alla potatura dell'uva in autunno per principianti, in immagini e schemi, i principianti saranno in grado di vedere come innestare correttamente viti di epoche diverse.

Che cosa è necessario per potare l'uva

Innesto di uva o, come viene spesso chiamato, la potatura è davvero necessaria. Molti viticoltori commettono un grave errore, trascurando questo stadio di cura delle piante, di conseguenza la resa dei cespugli soffre, le viti fanno male e si ghiacciano, e le bacche stesse diventano insapori e poco profonde.

Il ruolo della potatura dell'uva è difficile da sopravvalutare, perché risolve compiti come:

  • aumento della resistenza al gelo della vite, che è particolarmente importante per le varietà amanti del calore e scoperte;
  • aumento della resa a causa della potatura di vecchi germogli, così come di quelle viti che impediscono al cespuglio di crescere correttamente;
  • ottimizzazione del rapporto tra la parte aerea dell'uva e le sue radici, regolando l'ispessimento dei germogli;
  • evitando la penetrazione di bacche, il deterioramento del gusto dell'uva;
  • semplificazione della meteorologia dell'impianto per il periodo invernale, perché è molto facile coprire viti più corte e opportunamente sagomate;
  • accelerando il processo di flusso della linfa nei germogli autunnali potati fornisce raccolti precedenti.

È importante! La potatura delle uve correnti è molto più difficile del taglio annuale della vite secondo lo schema scelto.

Quando tagliare l'uva

Le opinioni sul tempo di potatura della vite sono divise, ma la maggior parte dei coltivatori sostiene che è meglio potare i germogli in autunno. Il fatto è che la potatura primaverile porta spesso al "pianto" della vite, motivo per cui non tutte le gemme fioriscono, il raccolto si riduce, la fuga tagliata può asciugare. Tutto questo accade perché con l'inizio dei giorni caldi nelle uve il succo inizia a muoversi, la pianta diventa debole e suscettibile alle ferite e alle infezioni.

Fattori quali il clima nella regione, la temperatura dell'aria giorno e notte, la varietà delle piante, la necessità di un ulteriore riparo alla vite aiuteranno a scegliere la data esatta della potatura autunnale delle uve.

Al momento di decidere la data della potatura autunnale delle uve, è necessario considerare i seguenti fattori:

  1. Più a lungo l'uva rimane sui getti, più nutrienti si accumulano le radici dell'uva. Quindi, la pianta sarà più forte e meglio sopportare l'inverno.
  2. Le temperature giornaliere non dovrebbero scendere sotto i -5 gradi, poiché a questa temperatura la vite diventa fragile, la pianta può soffrire durante la potatura o il legame dei germogli.
  3. Le prime gelate notturne devono già avvenire, in modo che il flusso di linfa nell'uva si fermi, altrimenti la fuga "piangerà" e inevitabilmente si congelerà.
  4. Tutte le foglie del cespuglio dovrebbero cadere e i grappoli dovrebbero essere tagliati.

Attenzione! È preferibile eseguire la potatura autunnale dell'uva in due fasi, dividendo l'innesto sul preliminare e sul formativo.

La potatura della vite viene effettuata a settembre, quando sarà rimossa l'intera vendemmia, la seconda fase è a metà ottobre, quando è il momento di legare le viti per il successivo riscaldamento.

Come tagliare l'uva in autunno

L'uva in autunno può essere potata in modi diversi, ma il metodo di potatura deve essere selezionato nel primo anno di vita della pianta e osservato durante la stagione di crescita.

Lo schema di ritaglio dipende da vari fattori, come ad esempio:

  • età della pianta;
  • varietà di uva;
  • la necessità di un rifugio invernale (varietà resistente al freddo o meno);
  • ispessimento dei vigneti

Per tagliare correttamente le uve in autunno, è necessario comprendere la terminologia appropriata:

  • lo stelo è chiamato appendice, che emerge dal terreno ad angolo retto;
  • punto di crescita può essere chiamato cordone o manica. Il cordone cresce dal tronco e le maniche escono direttamente dal terreno;
  • sulle maniche le viti di frutta si trovano in cima, e sui cordoni sono situate per tutta la durata delle riprese.

Schemi di potatura di base

In autunno, la vite deve essere formata in modo che in primavera pianta i gambi di frutta, sui quali si forma il raccolto sotto forma di grappoli. Gli schemi di potatura dipendono dal fatto che l'uva si nasconderà in inverno. A seconda di ciò, si distingue il taglio del ventilatore e del gambo del vigneto.

Uve di innesto a ventaglio eseguite per coprire varietà. Questo metodo di formazione della vite presenta numerosi vantaggi, tra cui il rapido ringiovanimento dei cespugli senza ridurre la resa e il libero movimento dei germogli, che consente loro di chinarsi a terra e di coprirsi per l'inverno.

I fan delle viti devono essere formati nella seguente sequenza:

  1. La potatura delle giovani uve inizia nel primo anno della pianta. Nell'autunno di quest'anno, le riprese sono tagliate in modo che rimangano 3 gemme. In primavera, i nuovi rami dovrebbero dare dei boccioli, ma la pianta giovane potrebbe non avere abbastanza forza, di conseguenza non tutti i germogli si sveglieranno. Se tutte e tre le fughe sono spuntate, quella centrale viene pizzicata.
  2. Nel secondo autunno devi gettare i nodi della sostituzione. Per fare questo, due germogli pizzicano fino a 3-4 gemme.
  3. Il terzo autunno è il momento della formazione delle maniche. Le viti dovrebbero raggiungere più di un metro a quest'ora e avere uno spessore di circa 8 mm: questi sono i rami futuri del vigneto. In autunno, hanno bisogno di essere accorciati della metà, lasciando, da qualche parte, germogli di mezzo metro. Questi rami sono legati ad un filo ad un'altezza di circa 30 cm da terra.
  4. La vite è ulteriormente formata in modo tale che le maniche interne siano più corte di quelle esterne.
  5. Il quarto autunno è il momento della formazione finale del ventaglio. In primavera, tutti i tiri sulle maniche vengono rimossi, ad eccezione di due o tre quelli più alti. Dovrebbero essere posizionati verticalmente - questo è il germogliare della fruttificazione, sono legati al traliccio o al supporto.
  6. Nell'autunno del quarto anno, i germogli sulle maniche dovrebbero essere tagliati. Le viti da frutto superiori pizzicano nella regione di 7-8 gemme, sulle foglie inferiori solo 2-3 gemme - questo è i nodi di sostituzione. Dovrebbe essere un fan composto da quattro maniche e quattro viti da frutto.
  7. Ogni autunno prossimo devi potare le viti che stanno fruttificando nella stagione in corso. L'anno prossimo saranno sostituiti da nuovi germogli che crescono dai nodi di sostituzione.
  8. Le vecchie maniche dovrebbero essere tagliate in due o tre gemme dalla base - questo contribuisce al ringiovanimento delle uve. Queste femmine sono chiamate - recupero della canapa.

Suggerimento: Si consiglia di posare le viti per l'isolamento subito dopo la potatura autunnale delle uve. Per fare questo, i fan sono legati e piegati a terra o lasciati cadere, successivamente coperti con ramoscelli di abete rosso, involucro di plastica o altri materiali.

La potatura autunnale dei vigneti con il metodo standard viene utilizzata per quelle varietà che non hanno bisogno di un riparo per l'inverno, pertanto, i coltivatori delle regioni meridionali utilizzano più spesso questo metodo.

Attenzione! L'uva, tagliata secondo lo schema standard, assomiglia alla corona di un piccolo albero.

La potatura standard in autunno per principianti viene eseguita in più fasi:

  1. La potatura inizia a impegnarsi nel primo anno - abbreviare la fuga a 2-3 gemme.
  2. Nella primavera del prossimo anno, la boscaglia dovrebbe essere esaminata e identificata i due germogli più potenti. Quello più grande sarà il ponte, è pizzicato nella parte superiore in modo che la fuga diventi più potente. Il secondo processo è considerato shtamb di riserva. In autunno, entrambi i germogli dovrebbero essere tagliati alla lunghezza desiderata.
  3. Nell'autunno del secondo anno, tutti i giovani germogli di uva, tranne i due migliori e più forti, vengono potati. Questi processi pizzicano su due reni: sono le spalle del cordone. A livello della crescita del germoglio, tirano un filo forte e si legano le spalle cordless ad esso.
  4. Il prossimo autunno, entrambi i germogli sono accorciati: uno per due gemme - un nodo di sostituzione, e il secondo è tagliato al sesto spioncino - questo, in futuro, è un rampicante.
  5. L'autunno del quarto anno è il momento della deposizione di rami fruttiferi. Per la loro formazione è necessario rimuovere tutti i germogli sulle spalle del cordone, lasciando il più forte ad una distanza di circa 20 cm l'uno dall'altro.
  6. Nel quinto anno fanno una semplice potatura della vigna - semplicemente accorciano le viti di 2-3 gemme.
  7. Nel sesto anno, la formazione del tronco è completata. Per questo, i germogli che sono maturati durante l'estate sono tagliati, solo un paio delle viti più potenti rimangono in cima al cespuglio. Uno di questi è tagliato a 2-3 gemme - il nodo di sostituzione, il secondo è accorciato al sesto spioncino - un rampicante.
  8. Ogni anno successivo, la potatura delle uve vecchie consiste nel tagliare fuori la fuga otflodonosivshego. Nuove viti da frutto si formano sui nodi della sostituzione.

È importante! Sono le uve che coprono gli archi, creano un'ombra con loro, decorano le trame.

risultati

Nei primi 5-6 anni dopo la piantagione le uve non danno frutti, durante questo periodo la pianta aumenta la sua massa, forma le viti del futuro frutto. Pertanto, l'essenza della potatura delle uve giovani è la formazione del cespuglio, la selezione di quei vitigni che più tardi cederanno.

Dopo questa fase inizia il periodo di fruttificazione, che dura, a seconda del vitigno, circa 20-25 anni. La potatura a questa età è di mantenere la forma del cespuglio, rimuovere i germogli vecchi e malati, la formazione di giovani viti che fruttificano.

Dopo questa fase, la fase più attiva, la pianta si estingue, il giardiniere può eseguire una potatura ringiovanente per prolungare la fruttificazione della sua vigna.

I principianti che hanno difficoltà a navigare secondo schemi e disegni possono guardare un video sulle diverse fasi dello sviluppo dell'uva e le regole per la potatura ad ogni età: